Home - Veneto - Padova

 
 
Palazzo del BO - Università
Città: Padova
Indirizzo: Via Marzolo, 8
Telefono: 049/8275111
Categoria: Palazzi, ville e logge
Apertura al pubblico: Lunedi, Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi, Sabato




Numero di visite:
13751 volte
Sito Web: Palazzo del BO - Università ...
Descrizione:
Il Palazzo, originariamente chiamato Albergo del Bo, fu acquistato dall'Università di Padova nel 1539. La storia del nome Bo (bue), che il Palazzo ancora conserva, è legata a un episodio del Quattrocento che vide il signore della città Francesco Carrara cedere l'edificio a un macellaio, che aveva messo a disposizione il cibo necessario per la sopravvivenza cittadina durante un assedio. Si accede al Palazzo passando per l'Atrio degli Eroi, che rappresenta una commemorazione degli studenti che persero la vita in occasione delle guerre di Otto e Novecento. Procedendo in direzione del Rettorato, troviamo la statua di Palinuro, timoniere dell'Eneide e simbolo della Resistenza, durante la quale l'Università Padova fu decorata con la medaglia d'oro, unico caso in Italia. Gio Ponti decorò con raffigurazioni dell'evoluzione e delle scoperte dell'umanità la scala le pareti, mentre il cortile è arricchito da un doppio loggiato, attribuito ad Andrea Moroni, sul quale sono ancora affissi gli stemmi degli scolari di epoche remote. Ad una scolara illustre dell'Ateneo padovano è dedicata la statua che troviamo all'inizio di una scala che conduce alle logge. Si tratta di Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, che nel 1678 fu la prima donna in assoluto a laurearsi in filosofia nella storia dell'Università. Per accedere alla Sala dei Quaranta, che fu anticamente l'Aula Magna, bisogna passare per la galleria che corre intorno al cortile interno. In questa Sala, che deve il suo nome alla presenza dei quaranta ritratti di eccellenti studenti stranieri, è ancora possibile vedere, oltre agli stemmi antichi e agli stucchi di Tommasini, la cattedra dalla quale insegnò Galileo Galilei. Nel Palazzo si trova anche il primo teatro anatomico fisso del mondo, costruito da D'Acquapendente alla fine del Cinquecento, a partire da un precedente tipo di teatro smontabile. Si tratta di una costruzione a base ellittica composta da sei livelli, in grado di contenere 300 persone. Al cortile antico è annesso un cortile di realizzazione contemporanea, progettato da Fagioli e arricchito da un'opera di Selva, che celebra il coraggio dimostrato dagli studenti durante i conflitti, e da una scultura di Kounellis, che ricorda tre personaggi che si opposero al regime fascista, ovvero i professori Franceschini e Meneghetti e il rettore Marchesi.
Opinioni:
Non è stata rilasciata nessuna opinione, al momento!

Rilascia una tua opinione --»
 

» Aggiorna scheda del Palazzo «


 
Ricerca Avanzata
 



 
Categorie a: Padova
 
 » Teatri
 » Palazzi, ville e logge

 
Palazzi nelle citta' limitrofe
 
Nessun palazzo disponibile!

 
Visita inoltre:
 
 »  Musei Padova
 »  Monumenti Padova
 »  Abbazie Padova
 »  Eventi Padova
 »  Hotel Padova

 

Copyright © 2006. Tutti i diritti riservati.