Home - Lazio - Roma

 
 
Castel S.Angelo
Città: Roma
Indirizzo: Lungotevere Castello, 50
Telefono: 06/6819111
Categoria: Castelli, rocche e torri
Apertura al pubblico: Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi, Sabato, Domenica




Numero di visite:
3748 volte
Sito Web: Castel S.Angelo ...
Descrizione:
Oggi sede dell'omonimo Museo Nazionale, Castel Sant'Angelo venne edificato intorno al 123 d.C., probabilmente per volontà dell'Imperatore Adriano, il quale volle anche l'edificazione del Pons Aelius, il Ponte Sant'Angelo, per collegare questa fortezza alla città.
La destinazione d'uso originaria era quella di mausoleo di famiglia: l'interno ospitava infatti tre sale collegate da una scala elicoidale, che dovevano contenere le tombe imperiali. L'Imperatore preferì poi farne una fortezza, data anche la sua originale e possente forma:vennero aggiunte torri e mura difensive.
Nel 403 d.C. il Castello viene integrato alle Mura Aureliane.
Nell'XI secolo una torre venne aggiunta alle altre. I secoli ed il passaggio di mano modificarono l'aspetto di questa costruzione, che dal 1277 divenne proprietà papale e da quel momento si trasformò in residenza pontificia: vennero insediati al suo interno gli appartamenti del pontefice ed venne collegato alle mura pontificie attraverso una passerella sopraelevata e fortificata, detta passetto. Essa mette in comunicazione i Palazzi Vaticani con il Castello, e consente il passaggio del Papa in caso di necessità in un contesto di assoluta sicurezza.
Parte della costruzione servì da prigione ed ospitò personaggi come il Cellini, nel XVI secolo.
Nel 1527 Castel Sant'Angelo seppe difendere magistralmente Clemente VII, che ci si era rinchiuso per scampare alle terribili truppe lanzichenecche di Carlo V, le quali avevano messo a ferro e a fuoco Roma: il Papa fu costretto a capitolare ed a trovare un accordo con l'invasore, ma il Castello aveva resistito all'assedio.
Durante il Risorgimento l'edificio divenne tristemente noto come carcere di massima sicurezza per i prigionieri politici.
Il nome del Castello si deve alla grande statua dell'Arcangelo Michele, che è posta sulla sommità del tetto, a protezione della Rocca e della città stessa e che ricorda il miracolo avvenuto durante la tremenda pestilenza del 590, quando Papa Gregorio Magno avrebbe visto l'Arcangelo stesso posarsi sulla cima del Castello e rinfoderare la propria spada, a significare che la pestilenza era terminata.
L'attuale statua bronzea dell'Angelo, opera di Pierre van Verschaffelt, risale al XVIII secolo ed ha sostituito la precedente in marmo, di Raffaello da Montelupo, del secolo XVI.
Tutti gli ambienti dell'edificio, che oggi ospita un museo che contiene armi, oggetti antichi e documenti relativi alla propria storia, sono visitabili. I visitatori possono ammirare le magnifiche sale affrescate, tra le quali la Sala dell'Apollo, con opere di P. del Vaga, l'appartamento di Paolo III, sempre decorato dal Vaga e dal Beccafumi, la Sala dei Festoni, affrescata dal Lotto, le Sale di Clemente VII, decorate dal Romano, dal Gatti e dal Signorelli.
Si può accedere anche alle prigioni ed agli appartamenti papali: tra questi ambienti, sono ricordare la Cappella di Leone X, ornata da sculture rinascimentali.

Orari: Aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00. Chiuso lunedì.

Ingresso: intero € 5,16, ridotto € 2,58.
Opinioni:
Non è stata rilasciata nessuna opinione, al momento!

Rilascia una tua opinione --»
 

» Aggiorna scheda del Palazzo «


 
Ricerca Avanzata
 



 
Categorie a: Roma
 
 » Palazzi, ville e logge
 » Palazzi reali
 » Castelli, rocche e torri

 
Palazzi nelle citta' limitrofe
 
Nessun palazzo disponibile!

 
Visita inoltre:
 
 »  Musei Roma
 »  Monumenti Roma
 »  Abbazie Roma
 »  Eventi Roma
 »  Hotel Roma

 

Copyright © 2006. Tutti i diritti riservati.