Home - Friuli Venezia Giulia - Pordenone

 
 
Castello
Cittā: Spilimbergo
Indirizzo: Piazza Castello
Telefono: 0427/591111
Categoria: Castelli, rocche e torri
Apertura al pubblico: Lunedi, Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi, Sabato, Domenica




Numero di visite:
3303 volte
Sito Web: Castello ...
Descrizione:
La cittadina friulana di Spilimbergo si sviluppa tutto intorno al suo mirabile castello.
Eretto sulle rovine dell'antica roccaforte romana di Ribium nel XI secolo ad opera della nobile famiglia dei Magravi di Spengemberg, il Castello sorgeva a protezione della strada che dalla Carinzia portava al mare.
Si trattava di una cerchia di mura che inglobava a scopo difensivo le costruzioni che ivi sorgevano. Le mura continuarono a proteggere il borgo fino all'etā rinascimentale, durante la quale i nuovi Palazzi vennero eretti a ridosso della cerchia stessa.
Poco rimane di quelle dimore, ma sicuramente degno di nota č il ciclo di affreschi conservato nel cosiddetto Palazzo Dipinto o Palazzo Fiorito, che č stato riscoperto solo in etā molto recente. Esso venne dipinto da Andrea Bellunello in occasione delle nozze di Alvise I con Leonarda d'Altan di Salvarolo e ritrae alcune scene di vita di corte, nonchč scene allegoriche a scopo moralistico. L'edificio presenta una facciata policroma con finestre in stile gotico veneziano e a tutto sesto, e con balconate opera di Giovanni Antonio Pilacorte, scultore lombardo della fine del '400 attivo a Spilimbergo anche nella Cattedrale.
Sempre all'interno delle mura del Castello, che č quindi un insieme di Palazzi, si trova il Palazzo del Conte Troilo, che fu sede delle carceri in etā napoleonica. Singolare l'impiego per la costruzione di pietra locale, che ancora reca ben visibili fossili incastonati, tra cui alcune conchiglie che si possono ammirare nella zona del portale.
Accanto a qusto Palazzo, troviamo Palazzo Furlan, che presenta mirabili inferriate alle finestre, in ferro battuto. Esso ospita un magnifico ciclo di affreschi opera di Giovanni da Udine.
Segue Palazzo Tedea (1566), che č ora sede municipale. Nella costruzione erano ospitate stanze con funzioni di servizio e sono ancor oggi visibili i sotterranei con volta a botte, le stalle e i granai. Ma al piano nobile, la costruzione era riccamente decorata con stucchi, che ornavano il bellissimo salone delle feste, e con caminetti pregevolmente lavorati, che risalgono al '500.
Il Palazzo Tedea era inoltre collegato al successivo con una piccola torre di guardia, analoga come stile al ponte levatoio, ora perduto.
Il Palazzo che fronteggia la Piazza del Duomo, racchiuso in possenti mura alte 2 metri, presenta, come Palazzo Furlan, imponenti cantine con volta a botte.
Il Castello di Spilimbergo venne seriamente danneggiato nel corso di un rovinoso incendio appiccato dalla popolazione locale nel 1511. Solo il Palazzo Dipinto sopravvisse intatto.
L'intera cerchia di mura č divisa dal centro abitato da una parte da un fossato che in caso di pericolo veniva riempito con le acque della roggia, e dall'altro lato si erge a picco sul Tagliamento.
Opinioni:
Non č stata rilasciata nessuna opinione, al momento!

Rilascia una tua opinione --»
 

» Aggiorna scheda del Palazzo «


 
Ricerca Avanzata
 



 
Categorie a: Pordenone
 
 » Palazzi, ville e logge
 » Castelli, rocche e torri

 
Palazzi nelle citta' limitrofe
 
Nessun palazzo disponibile!

 
Visita inoltre:
 
 »  Musei Pordenone
 »  Monumenti Pordenone
 »  Abbazie Pordenone
 »  Eventi Pordenone
 »  Hotel Pordenone

 

Copyright © 2006. Tutti i diritti riservati.