Home - Sicilia - Trapani

 
 
Castello della Colombaia
Città: Trapani
Indirizzo: Largo Castello
Telefono: 000-000000
Categoria: Castelli, rocche e torri
Apertura al pubblico: Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi, Sabato, Domenica




Numero di visite:
5642 volte
Sito Web: Non disponibile!
Descrizione:
Il Castello della Colombaia sorge su un isolotto a difesa del Porto di Trapani. Rappresenta uno dei migliori esempi di architettura militare dell'isola. Una leggenda vuole la sua origine frutto dell'opera dei fuggiaschi troiani scampati alla distruzione di Ilio nel XIII secolo a.C. ed approdati sulle sponde della Sicilia, ma manca qualsiasi attendibilità storica a questa ipotesi. Prima fonte assolutamente storica che menziona in questo luogo un insediamento militare invece, è rappresentata da Diodoro Siculo: sarebbe lì sorta intorno al 260 a.C. voluta da Amilcare Barca, generale cartaginese padre di Annibale, una torre detta Peliade, al posto del preesistente faro. Il nome deriverebbe dall'aspetto conferito alla costa, vista da lontano, da parte di una bassa vegetazione erbacea, che pareva quasi ricoprire di peli la terra.
Dal 167a.c. l'isolotto è proprietà romana, grazie alla subitanea e sanguinaria conquista ad opera del console romano Numerio Fabio Buteone.
La torra cadde poi in abbandono e divenne semplicemente nido di colombe, nella loro lunga rotta migratoria verso le coste dell'Africa. Da qui deriva il nome del Castello (della Colombaia). Verosimilmente in quel perido la torre fu sede di riti pagani (Anagogie e Catagogie), legati al culto di Venere Ericina.
Fino all'epoca della dominazione musulmana, la torre scompare dalle cronache storiche: sarebbero stati proprio gli Arabi a restaurarne l'uso come faro, accendendo un perenne fuoco sulla sua sommità, per la guida dei naviganti e la segnalazione delle costa.
In epoca delle Crociate (1096-1274), così come in epoca di dominazione svevo-angina, essa ritornò ad esercitare una preminente funzione difensiva. Risale al 1320 (sotto la dominazione di Federico III d'Aragona), il restauro ulteriore della fortezza e l'erezione della torre ottogonale, che a tutt'oggi rimane.
Nel 1408 il castello fu dotato di un pontile da parte di re Martino il Giovane, in occasione dello sbarco a Trapani della sua seconda moglie Maria. Il Castello accrebbe costantemente la propria potenza e dimensione nei secoli XV e XVI, in accordo col volere dei sovrani spagnoli di porre attenzione alla difesa della coste contro le incursioni arabe e piratesche.
Dal 1550 la fortezza fu dotata di artiglieria e tre anni prima, anche di una guarnigione fissa. Fu inoltre scavato un fossato tra l'isolotto e le mura della città.
Di nuovo nel 1586, per volere di Filippo III di Spagna, il Castello subisce ampliamenti, realizzati dall'architetto fiorentino Camillo Camilliani, che crearono un sistema difensivo a guardia delle coste costituito da ben una trentina di torri, sparse in vari punti della costa.
Al 1607 risale il ponte del castello.
Tuttavia dal '700 la fortezza iniziò a perdere il proprio valore difensivo e militare e dal 1821, assumendo funzioni di penitenziario per gli insorti dei moti indipendentisti italiani. Venne conseguentemente adoperata come carcere fino al 1965, anno in cui venne abbandonata, fino al restauro conservativo, compiuto dagli architetti Filippo Terranova e Giovanni Vultaggio, nel 1993.
E' particolarmente degna di nota la forma ottogonale del Castello, che lo ricollegano ad un'altra fortezza sveva, il Castello del Monte in Puglia.
La fortezza della Colombaia presenta 4 piani, il più basso dei quali era adibito a cisterna, mentre l'ingresso si effettuava dal piano secondo.
Allo stato attuale, pur recuperato architettonicamente, il monumento stenta a trovare un proprio utilizzo nella città.
Opinioni:
Utente: Cristy - Opinione:
E' bellissimo!

Rilascia una tua opinione --»
Visualizza tutte le opinioni --»

» Aggiorna scheda del Palazzo «


 
Ricerca Avanzata
 



 
Categorie a: Trapani
 
 » Castelli, rocche e torri
 

 
Palazzi nelle citta' limitrofe
 
Nessun palazzo disponibile!

 
Visita inoltre:
 
 »  Musei Trapani
 »  Monumenti Trapani
 »  Abbazie Trapani
 »  Eventi Trapani

 

Copyright © 2006. Tutti i diritti riservati.